ULTIME NEWS

29/09/2017 - Polieco Group presente alla Fiera Porto Water Innovation Week

Polieco Group presente alla Fiera Porto Water Innovation Week
Percorso: Depurazione Acque | Impianti a fanghi attivi SBR
Torna alla Home


Impianti a fanghi attivi SBR

Le principali fonti d’inquinamento delle acque naturali provengono dagli scarichi civili quali attività domestiche, rifiuti organici urbani, attività artigianali, ecc., oltre che da quelli industriali, agricoli e zootecnici. In campo civile, soprattutto gli scarichi di attività ricettive, che chiaramente non confluiscono in pubblica fognatura, costituiscono un fattore di,inquinamento molto preoccupante soprattutto perché tali strutture sono ubicate in contesti ambientali particolari quali zone costiere o località montane.

Le caratteristiche geomorfologiche e la salvaguardia dell’ecosistema costituiscono il successo turistico di tali strutture.Gli scarichi di campeggi, alberghi, agriturismi ecc. confluiscono in piccole reti fognarie, che consistono in un sistema sotterraneo di canalizzazioni che allontanano gli scarichi recapitandoli in mare, in un torrente, lago o nel terreno.Una rete fognaria può essere di due tipi: rete di tipo separato, dove acque bianche (acque piovane) sono raccolte in canalizzazioni separate dalle acque nere; rete di tipo misto, quando acque bianche e acque nere sono raccolte nella stessa canalizzazione. Relativamente alla scelta dell’adozione del sistema di collettamento, molto spesso in passato si è prediletto un sistema fognario di tipo misto vista la sua economicità sia di posa che di gestione.

Di recente, sulle nuove strutture ricettive o sulle ristrutturazioni di quelle esistenti, si è cominciato a dividere le linee di scarico, non solo tra acque nere e bianche, ma tra acque nere e acque grigie (scarichi cucine e lavandini/docce lavanderie). Tale scelta legislativa si è adottata per migliorare il funzionamento degli impianti di depurazione, in quanto la portata e la composizione del liquame risulta qualitativamente costante nel tempo. Inoltre, l’adozione di reti di tipo separato ed il costante miglioramento delle tecnologie impiegate nella depurazione degli scarichi ha portato a realizzare nuovi impianti destinati al trattamento e successivo riutilizzo delle acque nere, grigie e bianche.Il tutto visto con l’ottica del rispetto dell’ambiente e del risparmio energetico, una nuova frontiera aperta sull’edilizia del futuro bio-eco sostenibile.

Nel trattamento degli scarichi derivanti da attività ricettive gli Impianti SBR, sequencing batch reactor costituiscono un efficace ed efficiente soluzione al problema dell’inquinamento in quanto consentono di operare con portate discontinue sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo.

Potenzialità
1000 A.E. (portate fino a 200 mc/d).
Per taglie superiori occorre valutare l’opportunità di utilizzare altre tipologie di impianti in relazione alle esigenze di depurazione da ottenere.

Flessibilità nelle applicazioni modificando i volumi dei singoli componenti e il periodo di pausa/lavoro delle componenti elettromeccaniche.Impiantistica automatizzata. Facilità di installazione e montaggio. Modularità dell’impianto in funzione dell’avanzamento lavori della lottizzazione.

Limitati consumi elettrici.